Torna alla home

Le giornate NO 

A volte la giornata può cominciare con il piede sbagliato, ma quando le giornate NO diventano numerose allora hai un problema: non riesci ad essere produttivo. “Eppure non è possibile esserlo a forza”, pensi. Certo che no, non è possibile, soprattutto se le condizioni non sono favorevoli. Ti spiego meglio.

Il tuo corpo non è una macchina, il tuo cervello non è un computer… ecco questi sono i primi due indizi. Essere produttivo è un obiettivo più che giusto per ogni settore professionale, ma per esserlo devi adottare uno stile di vita appropriato, altrimenti quello che otterrai saranno solo fallimenti e frustrazioni.

Qualità o quantità?

Essere produttivo significa lavorare in modo intelligente e non accumulando una quantità di ore esorbitante. Insomma ti sto per fare il solito discorsetto sulla qualità e sulla quantità. Fare di più in meno tempo è un obiettivo sempre più realizzabile se non ti autosaboti con cattive abitudini. Se vuoi davvero diventare più produttivo ti darò alcune dritte, altrimennti, se vuoi danneggiare il tuo lavoro e la tua salute allora hai certamente sbagliato pagina e articolo!

Inizio giornata, vizi da evitare

Ecco intanto i primi tre brutti vizi della giornata che minacciano il tuo essere produttivo:

  • premere il tasto “ancora dieci minuti” della sveglia: pensi di riposare dieci minuti in più invece ti intontisci.
  • dare priorità al lavoro rispetto al sonno: se non dormi profondamente 7/8 ore il tuo lavoro sarà una merda per cui concentra la fatica in alcune fatidiche ore e poi rallenta man mano che la giornata volge al termine.
  • saltare la colazione: il primo pasto della giornata è quello che accende il metabolismo e rifornisce i livelli di zucchero nel sangue, in modo da potersi concentrare ed essere produttivi durante il giorno.

Sono delle cose molto semplici e possono sembrare banali, ma ti assicuro che puoi provare a mettere in pratica i miei suggerimenti per scoprire quanto sia facile tornare ad essere efficienti e soddisfatti del proprio lavoro.

Durante la giornata di lavoro 

Non credere che le cattive abitudini che minacciano il tuo essere produttivo siano finite! La giornata è ancora lunga:

  • controllare la posta compulsivamente: ogni volta che lo fai perdi 25 minuti di tempo lavorativo a causa della distrazione che ciò comporta nel tuo cervello.
  • mangiare cibo spazzatura: mangiare schifezze e mangiare in fretta non ti farà raggiungere gli obiettivi, per evitare l’abiocco e la pesantezza di certi cibi, mangia in modo equilibrato.
  • lasciare il lavoro più difficile a fine giornata: no, nelle ultime ore di lavoro avrai meno volontà e meno energie.

Ti ci rivedi in queste apparentemente innocue abitudini? Bene, se la risposta è si allora sarai curioso di leggere quel che ho ancora da rimproverarti e anche la rivelazione che ho da farti per supportarti e aiutarti.

Ci sono tante altre cose che devi evitare

Tra le altre cose potrei dirti che avere troppi obiettivi disperde l’attenzione e la concentrazione, meglio averne uno e portarlo a termine. Potrei dirti anche che stare seduto tutto il giorno davanti allo schermo del computer non ti aiuta a muovere le cellule cerebrali: fai delle pause all’aperto, non per caffé e sigaretta.

Ti dirò un’altra cosa: hai presente il multitasking? Beh, alcune ricerche scientifiche hanno provato che solo il 2% della popolazione è davvero capace di fare due o più cose contemporaneamente. Motivo per cui, nel dubbio, è sempre meglio farne una e farla bene. Essere produttivo non vuol dire perdersi in più cose senza portarne a termine una.

Evita l’overplanning e l’underplanning, la cosa migliore è focalizzarsi su un piano che riguardi 4/5 ore di lavoro, non di meno non di più, in modo da essere flessibili e pronti agli imprevisti. Essere produttivo  è facile, basta rispettare il proprio benessere e il proprio corpo.

Soluzione produttività a portata di clic!

Eccomi qua quindi al dunque. Sono pronto per farti la mia rivelazione. Se metterai in pratica i miei consigli vedrai che in poco tempo il tuo modo di lavorare tornerà ad essere un motivo di gioia e orgoglio. L’ideale combinazione con le buone abitudini è costituita anche da piccole ma importanti aiutini che vengono direttamente dalla natura. La natura è molto produttiva e inarrestabile, puoi esserlo anche tu, è nel DNA.

Il segreto è in una pianta straordinaria 

Molte persone fanno uso di integratori per stimolare la concentrazione, ma il CBD è l’elemento più completo che rispetta il ciclo armonioso dell’attenzione e del riposo del nostro cervello. Questo prezioso elemento appartenente alla Canapa ha infatti la capacità di donare concentrazione e ragionamento e contemporaneamente un senso di rilassamento al corpo. Sto parlando dell’elemento della cannabis che non sballa. Grazie al CBD il corpo umano mantiene il suo naturale e originario equilibrio che permette di svolgere attività fisiche e intellettive nel miglior modo possibile. Se non hai mai sentito parlare di CBD sono felice di essere il primo. Provare costa poco e i risultati sono al di sopra di ogni aspettativa.